Fecondazione Assistita

Per procedere con l’’inseminazione artificiale bisogna usare il liquido seminale raccolto dal maschio del cane e tenuto conservato per più o meno tempo.

Quando si tratta di seme fresco, è possibile conservarlo per circa sei giorni, dopodiché gli spermatozoi vivranno per al massimo altri undici giorni mentre si addentrano nell’’apparato genitale della femmina.

In altri casi invece, lo sperma fresco che ha subìto diversi metodi di conservazione, rimane attivo solo per un giorno al massimo. Quindi è opportuno fecondare la femmina in un momento di particolare fertilità, in base al ciclo mestruale del soggetto in questione.

Per scegliere il periodo giusto, bisogna sapere innanzitutto che il mestruo di una femmina di cane, non è per niente simile a quello di una donna.

Quindi, nel cane, la fecondazione assisstita viene suddivisa in quattro parti diverse, ha una durata minore rispetto a quello di una donna, ma comunque si differenzia da femmina a femmina in base alle caratteristiche fisiologiche di ognuna di loro.

Le quattro fasi hanno varie particolarità e agiscono sul corpo della cagna in maniera differente, definendo anche le sue potenzialità di concepire. Non tutte le fasi sono adatte alla fecondazione ed il tempo per agire non è tantissimo.

L’’estro, così viene chiamata la seconda fase del ciclo mestruale di una femmina, è il momento propizio ed adatto per procedere con una inseminazione artificiale.

Questo periodo, in cui avviene un picco della fertilità può allungarsi addirittura fino a nove giorni oppure, in casistiche particolari e sfortunate, ne può durare solamente non più di due.

In quest’’ultimo caso ci sarà un calo di estrogeni ed un aumento di progesterone, causato da un processo di luteinizzazione di alcune cellule contenute nei suoi follicoli ovarici.

Dopo l’’estro si presentano altre due fasi in cui la fecondazione non è più possibile, così come nella fase iniziale del mestruo.

In conclusione è quindi opportuno calcolare i tempi precisi in cui è possibile fecondare una cagna, non perdere tempo e conservare il liquido seminale del maschio in modo corretto e nei tempi convenuti.